Napoli, la difesa il punto forte: come si è evoluta

0
231

Nonostante la cessione dolorosa di Kalidou Koulibaly al Chelsea, la difesa del Napoli ha cominciato alla grande questa nuova stagione.

L’ultima estate è stata molto particolare per il Napoli. Nel club partenopeo, infatti, c’è stata un’autentica rivoluzione, considerando che ci sono stati quasi una decina di cambi rispetto alla stagione scorsa. 

Kim Min-jae dà indicazioni
Kim Min-Jae (LaPresse)

Aurelio De Laurentiis, infatti, è stato netto nell’attuare la nuova politica societaria: tagliare il monte ingaggi. Nonostante questa strategia, il Napoli è rimasto comunque super competitivo. La squadra di Luciano Spalletti, di fatto, ha cominciato questa nuova annata nel migliore modi, considerando il primato in classifica e la super vittoria contro il Liverpool di Jurgen Klopp nel match d’esordio della fase a gironi della Champions League. 

Tra i volti nuovi del gruppo guidato dal tecnico toscano chi si sta ritagliando grandissima visibilità è sicuramente Kvaratskhelia. Il georgiano, infatti, ha sorpreso tutti per come si è subito integrato nel calcio italiano, e non solo per i 4 gol segnati. Tuttavia nella squadra azzurra il vero punto forte di questo primo scorcio di stagione è stata la difesa. 

Napoli, che numeri per la difesa di Luciano Spalletti

Mario Rui e Rrahmani marcano Immobile
Mario Rui e Rrahmani marcano Immobile durante Lazio-Napoli (Ansa Foto)

Come riportato dalla ‘Gazzetta dello Sport’, infatti, il Napoli, tra campionato e Champions League, ha subito solo 4 gol, e di questi solo quello contro il Lecce ha inciso poi sul risultato. Il nuovo reparto difensivo centrale, considerando la cessione di Kalidou Koulibaly al Chelsea di questa estate, incuteva grandissimo timore ai tifosi partenopei

Tuttavia, a prescindere da chi scende in campo, il reparto difensivo partenopeo riesce a muoversi come un corpo solo. Questi numeri della difesa, ovviamente, sono anche il frutto dell’aiuto dei centrocampisti e degli attaccanti. Lo stesso Kim Min-Jae, arrivato proprio per sostituire in rosa Kalidou Koulibaly, sembra che giochi da tempo nel Napoli. Il calciatore, preso dal Fenerbahce per 20 milioni di euro, ha sicuramente delle ottime potenzialità di partenza, ma i movimenti già registrati dei suoi compagni l’hanno sicuramente aiutato ad inserirsi al meglio. Proprio il coreano ha giocato una grande gara nel successo ottenuto ieri sera contro i Rangers. 

Rangers-Napoli, altra grande vittoria degli azzurri

Raspadori esulta
Raspadori (LaPresse)

Il Napoli, infatti, ha battuto 0-3 i Glasgows Rangers. I partenopei con questo successo hanno dimostrato di non temere per nulla la pressione, vista la grandissima atmosfera che ha regalato ieri sera l’Ibrox Stadium. Dopo un ottimo primo tempo, gli azzurri sono riusciti prima a sbloccare la gara nella ripresa con il penalty realizzato da Politano e poi hanno chiuso i conti con Giacomo Raspadori e Tanguy Ndombele. Il team partenopeo è adesso primo nel proprio girone di Champions League con tre punti di vantaggio sul Liverpool di Klopp e sull’Ajax.