Via la faccia di Maradona dalla maglia del Napoli, la sentenza spiazza i tifosi

0
213

Napoli, il Tribunale nega l’uso dell’immagine Maradona. Il giudice dà ragione agli eredi del Pibe: “Licenza ceduta a prezzo irrisorio”. Cosa è successo

Il Napoli ne ha vendute a vagonate ed è diventata un oggetto del desiderio per moltissimi tifosi azzurri. Anche per questo la sentenza del giudice è spiazzante, perché la maglia con la faccia di Maradona potrebbe non essere mai più prodotta. E’ arrivato lo stop alla diffusione dell’immagine del Pibe: una sentenza che non colpisce direttamente il calcio Napoli, ma l’ex manager del campione scomparso nel 2020, Stefano Ceci. Fu lui a cedere i diritti per il volto di Diego al club azzurro. Il Napoli produsse una serie di maglie con il viso di Maradona, e da allora è partita una lunga battaglia giudiziaria.

maradona
Via la faccia di Maradona dalla maglia del Napoli, la sentenza spiazza i tifosi (LaPresse)

Come riporta Sport Mediaset, il giudice monocratico del Tribunale di Napoli, Paolo Andrea Vassallo (seconda sezione civile), ha negato a Ceci, il legale rappresentante della “Diez Fze” di Dubai, ogni ulteriore utilizzo dell’immagine di Maradona. Il giudice ha quindi autorizzato Jorge Sebastian Baglietto, amministratore giudiziario della successione dei beni del Pibe, a gestire i diritti di Diego. Baglietto è stato nominato dagli eredi dell’ex calciatore, che avevano denunciato Ceci. Per l’ex manager napoletano è stato disposto anche il sequestro conservativo di tutti i beni e i crediti risalenti a Maradona, per un valore complessivo di 150mila euro. La disputa è nata per la produzione delle maglie utilizzate con il viso di Diego.

Il giudice vieta la produzione della maglia del Napoli con il volto di Maradona

La grafica fu realizzata dall’architetto Giuseppe Klain. La vendita è stata un successo, con ben 6mila pezzi venduti a un prezzo di 150 euro. Il ricavo lordo è stimato sui 900mila euro lordi. A quanto emerge dalla lettura degli atti, Ceci aveva venduto i diritti al Napoli per l’effige di Diego a una cifra irrisoria, ossia 22.500 euro. Proprio questa cifra così bassa è stata oggetto della sentenza: per il giudice una vendita della licenza a un prezzo “così irrisorio, appare un grave danno alle aspettative degli eredi anche in relazione alle pattuizioni contenute nel contratto sottoscritto da Maradona il 17 agosto 2020 che riconoscevano al Licenziante il 50% dei proventi delle iniziative e facevano obbligo di rendiconto al Ceci”.

Quando Maradona zittì Ronaldo
Diego Armando Mardona (LaPresse)

Il giudice poi prosegue: “Appare ancora più grave se si considera che, tempo prima della stipula dell’accordo con la Ssc Napoli” gli eredi di Maradona avevano diffidato Ceci “A non disporre dei diritti di immagine senza il loro consenso…”. A presentare il ricorso cautelare è stato l’amministratore nominato dagli eredi di Maradona. Da parte di Ceci, che ha iniziato la battaglia sui diritti di Maradona appena pochi giorni dopo la morte del campione, si aspetta il ricorso. Tuttavia, sembra ormai inevitabile che la famosa maglia del Napoli col viso di Diego non potrà tornare fino a quando la questione legale non sarà risolta.