Edo De Laurentiis finisce nella bufera: tifosi inferociti

Edoardo De Laurentiis finisce nella bufera: il gesto del vice-presidente del Napoli divide i tifosi azzurri. 

Aurelio De Laurentiis ancora assente per la trasferta di Champions League. Il presidente del Napoli, un po’ per scaramanzia, un po’ per impegni personali, non è partito per Amsterdam.

Edoardo De Laurentiis, vice-presidente del Napoli
Edoardo De Laurentiis, vice-presidente del Napoli (LaPresse)

La squadra azzurra è stata chiaramente accompagnata dal vice-presidente Edoardo De Laurentiis, sempre presente finora alle partite di coppa. Il figlio del patron partenopeo, però, è stato protagonista di un gesto che ha letteralmente diviso la tifoseria.

Edo De Laurentiis non è nuovo a critiche da parte dei supporter, che in più circostanze hanno manifestato contro l’intera famiglia e in particolare contro il vice-presidente. Ecco il motivo per cui i sostenitori azzurri hanno criticato la scelta della società azzurra e in particolare Edo De Laurentiis.

Ajax-Napoli, Edo De Laurentiis regala…la statuetta del Presepe

Edoardo De Laurentiis
Edoardo De Laurentiis divide i tifosi del Napoli (LaPresse)

La Johan Cruijff Arena ospita Ajax-Napoli per la terza gara del girone A di Champions League. Come consuetudine, a poche ore dal fischio d’inizio i dirigenti delle squadre si sono incontrati per il più classico dei pranzi UEFA. In segno di sportività e amicizia, i manager hanno avuto modo di confrontarsi.

E’ successo già per Napoli-Liverpool e per Rangers-Napoli, con tanto di scambio di doni. Un po’ come quando i capitani si regalano i gagliardetti prima di giocare l’incontro. Un gesto distensivo.

Edo De Laurentiis è stato a pranzo assieme a Edwin van der Sar, storico portiere di Ajax, Juventus e soprattutto Manchester United e attuale direttore generale del club olandese. I due manager hanno immortalato il momento all’interno dell’Arena, mostrando lo scambio di regali.

Da una parte, il vice-presidente azzurro mantiene una statuetta con il volto di Aiace, personaggio della mitologia greca da cui prende il nome la squadra di Amsterdam. Un oggetto molto elegante, di un certo fascino. Dall’altra, invece, van der Sar mantiene tra le mani una statua da Presepe con volto di Maradona, che lega l’arte dei maestri delle botteghe napoletane con la magnificenza del giocatore più rappresentativo del club azzurro.

De Laurentiis e van der Sar
La foto con De Laurentiis e van der Sar (Screen da Twitter)

Tuttavia, i tifosi del Napoli hanno deriso la scelta della società di presentarsi con una statuina di Maradona: “Loro la statuetta personalizzata con sotto scritto Ajax-Napoli in un materiale pregiato, noi il presepe di Maradona preso alla prima bancarella. Sto piangendo”. “Gli avete dato l’omino del Subbuteo“, scrive qualcun altro. Insomma, la scelta non è stata apprezzata. C’è però chi difende l’arte presepiale napoletana, resa famosa in tutto il mondo dai bottegai di San Gregorio Armeno.