Liverpool-Napoli, Spalletti cambia: la doppia mossa per il primo posto

Spalletti valuta i cambi per Liverpool-Napoli: la doppia mossa per sorprendere Klopp e conquistare il primato del girone A in Champions.

Ad Anfield ci sono tre punti in palio, ma non solo. C’è molto di più. C’è la possibilità di conquistare il primo posto del girone A di Champions League, che permetterà di giocare gli ottavi con una delle altre seconde.

Luciano Spalletti valuta un doppio cambio per Liverpool-Napoli
Luciano Spalletti valuta un doppio cambio per Liverpool-Napoli (LaPresse)

E’ un’opportunità importantissima per il Napoli, che ha tutte le carte in regola per sfruttare il netto vantaggio acquisito contro il Liverpool. Infatti, ai Reds servirà una vittoria con oltre 3 gol di scarto per superare gli azzurri. Il pareggio, ovviamente, permetterà ai ragazzi di Spalletti di consolidare il primato e chiudere il girone da imbattuti.

La verità è che la formazione partenopea non ha intenzione di andare a fare la gita, pur consapevole di poter perdere anche 2 o 3 a zero e passare al prossimo turno da prima in classifica. Mister Spalletti vuole provare a ripetere una grande prestazione anche nel tempio del Liverpool, per dimostrare la grandezza della sua rosa. E poi vincere aiuta a vincere: sarebbe un bel messaggio da mandare all’Atalanta, prossima avversaria di campionato.

Liverpool-Napoli, cambi in difesa: torna Olivera titolare

Mathias Olivera
Mathias Olivera (LaPresse)

Nessun riposo dopo la vittoria contro il Sassuolo. La squadra è tornata immediatamente a lavoro per preparare la sfida di Champions League. Si tratta dell’ultimo sforzo, oramai la sosta è vicina e i calciatori che non andranno al Mondiale potranno finalmente tirare il fiato.

Ma Spalletti in questo momento non avrebbe intenzione di far riposare i suoi titolarissimi. Infatti, la formazione che scenderà in campo contro il Liverpool sarà la migliore per capacità tecniche e tattiche. Il mister valuta solo un paio di cambi sostanziali rispetto alla gara contro i neroverdi. In difesa può tornare Ostigard al fianco di Kim Min-Jae, con Juan Jesus che può rifiatare. Il norvegese può essere una buonissima soluzione su corner e calci di punizione.

Inoltre, nonostante le ottime performance, Mario Rui potrebbe restare in panchina. Olivera fu schierato a sorpresa all’andata e riuscì ad arginare Salah. Inoltre, l’uruguaiano ha giocato sempre bene quando è stato chiamato in causa: l’alternanza con il compagno di reparto sta funzionando alla perfezione.

Napoli, tridente già scelto? I capocannonieri restano in panchina

Simeone verso la panchina in Liverpool-Napoli
Simeone verso la panchina in Liverpool-Napoli (LaPresse)

I capocannonieri del Napoli in Champions League potrebbero restare in panchina. Infatti, sia Raspadori che Simeone (entrambi con 4 gol a testa nella competizione) potrebbero entrare solo a gara in corso. Spalletti vorrà utilizzare la miglior formazione e l’imprevedibilità di Kvaratskhelia e Osimhen, in un momento di forma eccezionale.

Il tridente d’attacco, dunque, sarà composto dal georgiano, dal nigeriano e da uno tra Politano e Lozano, con il primo favorito sul messicano. Nessuna variazione a centrocampo: Lobotka regista, Anguissa e Zielinski mezzali.

LIVERPOOL (4-3-3) – Alisson; Alexander-Arnold, Matip, van Dijk, Robertson; Elliott, Thiago, Henderson; Salah, Nunez, Firmino.
NAPOLI (4-3-3) – Meret; Di Lorenzo, Ostigard, Kim, Olivera; Ndombele, Lobotka, Zielinski; Politano, Osimhen, Kvaratskhelia.