Cassano si scaglia contro il club: per lui la vittoria è immeritata

L’ex calciatore barese non ha peli sulla lingua e lo dimostra per l’ennesima volta commentando una recente partita.

La vittoria della Juventus in casa ha rilanciato i bianconeri di Allegri dopo un mese di ottobre molto complicato. Le quattro vittorie in Serie A hanno permesso alla formazione di Torino di rosicchiare punti importanti ai danni alle pretendenti al quarto posto (il Napoli al momento è obiettivo del tutto utopistico). In particolare, all’Inter di Inzaghi che allo Juventus Stadium ha mostrato la sua poca cattiveria sotto porta.

Lautaro Martinez contro Locatelli (LaPresse)

Un ex calciatore, durante l’ormai nota Bobo Tv, ha voluto commentare la prestazione juventina dicendo, come al solito, tutto quello che pensa senza filtri di qualunque tipo. Stiamo parlando ovviamente di Antonio Cassano che quando deve parlare in maniera chiara lo fa senza fin troppi problemi.

Ebbene, secondo l’ex calciatore di Sampdoria, Roma, Inter e Milan la vittoria della Juventus è immeritata in quanto l’attacco bianconero non è mai riuscito di scalfire la retroguardia interista, che anzi in alcuni casi si è dimostrata all’altezza della situazione. Ecco nel dettaglio le parole di Fantantonio che come sempre hanno fatto discutere i tifosi e gli appassionati di calcio.

Cassano: “Non hanno mai tirato in porta”

Cassano commentando la partita Juventus-Inter non ci è andato giù leggero: ” La Juventus per 45 minuti non ha fatto mezzo tiro in porta. L’Inter ha fatto la partita e se i nerazzurri avessero fatto due o tre gol nel primo tempo nessuno avrebbe detto niente. Kostic, per fortuna della Juventus, ha risolto la partita con due sgasate“.

L’ex attaccante Antonio Cassano (LaPresse)

Fantantonio continua sottolineando quelli che per lui sono i demeriti dell’Inter, una squadra che avrebbe tutte le carte in regola per fare molto meglio: “Sullo 0-0 i nerazzurri potevano almeno segnare tre gol, invece Lautaro Martinez si è mangiato un gol clamoroso davanti al portiere. La vittoria è della Juventus non è meritata”, ha sottolineato Cassano a margine del suo commento.

“È un modo di vincere che a me personalmente fa schifo. L’Inter prende sempre gol in contropiede a causa di disattenzioni, non c’è un equilibrio in nessuna porzione del campo. Scudetto? Sono due squadre definitivamente fuori dalla lotta scudetto a meno di un crollo clamoroso di Napoli, Milan e Lazio. L’Inter si deve mangiare le mani e i gomiti perché doveva fare gol”, ha concluso Cassano durante la Bobo Tv.

Costacurta contro Antonio Cassano: “Anche io sono orgogliosamente scappato di casa”

Antonio Cassano, dopo aver definito il Napoli scudettato del 1987 un insieme di scappati di casa guidati dall’unico alieno (Maradona), polemizza anche con un altro difensore, uno che con il Milan ha vinto tutto quello che si poteva vincere, ovvero Alessandro Costacurta. L’ennesima polemica che vede protagonista il barese è stata immediatamente liquidata dall’ex Milan, in un modo per così dire elegante riprendendo le parole dell’ex compagno di Nazionale Ciro Ferrara: “Caro Antonio, siamo diversi, parliamo un italiano diverso e probabilmente leggiamo libri del tutto diversi. Anche io sono orgogliosamente uno scappato di casa“.

Impostazioni privacy