Home Calciomercato Napoli Calciomercato Napoli, Ancelotti decide: no a Leno e Rui Patricio

Calciomercato Napoli, Ancelotti decide: no a Leno e Rui Patricio

Ancelotti Napoli
Ancelotti Napoli De Laurentiis

Mercato bloccato, ma la fretta non c’è. Carlo Ancelotti si sta godendo il Mondiale, dove oltre a fare il commentatore sta facendo anche l’osservatore, con un occhio speciale ai possibili obiettivi del Napoli. Sarà un calciomercato incentrato sulla sua figura e sulle sue volontà, come dimostra l’uscita di scena di Giuntoli dalle trattative – avanzatissime – per Leno e Rui Patricio. Il primo è a un passo dall’Arsenal, mentre il portoghese è stato ufficializzato dal Wolverhampton dopo essersi svincolato dallo Sporting Lisbona. Per la porta tornano quindi prepotentemente in auge i nomi di Meret, Areola e Sirigu. Prima di tutto va ceduto Jorginho: l’affare col City è ad un passo, si chiuderà intorno ai 55 milioni di euro, una cifra che darà il via alle danze.

In uscita Inglese e Tonelli richiesti dal Bologna

I primi 30 milioni saranno investiti su Fabian Ruiz, che dopo Lainer dovrebbe essere il terzo colpo del Napoli 2018-2019. La società azzurra è pronta a pagare la clausola senza passare per il Betis Siviglia. Poi si penserà al vertice basso di centrocampo. Seri e Lobotka in primissima linea: entrambi vogliono il Napoli, ma per il centrocampista del Nizza si potrebbe imbastire una trattativa con Younes più conguaglio. Per Lobotka invece c’è una clausola risolutiva di 50 milioni, ma il Celta Vigo è disponibile ad abbassare la cifra sui 30 milioni di euro. Poi si deciderà il destino di Marek Hamsik: è tornato a parlare suo padre Richard, che ha ribadito che Marek al 60% andrà in Cina. Dopo le parole del capitano slovacco che sembravano presagire una possibile permanenza, ritorna prepotente l’opzione Cina. Nel frattempo Aurelio De Laurentiis attende le offerte dai club interessati, ma ad oggi ancora nessuno ha bussato alla sua porta. Si lavora anche per sfoltire la rosa. I primi a partire potrebbero essere Lorenzo Tonelli ed Roberto Inglese, richiesti entrambi dal Bologna. Operazione da 20 milioni.