Home Rubriche Parma-Napoli, è il primo di tanti test: Ancelotti valuta le riconferme per...

Parma-Napoli, è il primo di tanti test: Ancelotti valuta le riconferme per il 2019/2020

CONDIVIDI
parma napoli ancelotti
Parma-Napoli, per Ancelotti il primo di tanti test da sottoporre ai suoi calciatori © Getty Images

Carlo Ancelotti valuta le riconferme ed i possibili tagli in vista della prossima stagione, Parma-Napoli è solo il primo di tanti test per gli azzurri.

Aurelio De Laurentiis ha ribadito un concetto importante, nella sua intervista concessa a Sky Sport ieri. Il girone di ritorno ed il percorso che il Napoli farà in Europa League saranno utili per gettare basi importanti in vista della prossima stagione. L’annata calcistica 2019/2020 comincerà con tante certezze per la compagine azzurra, ad iniziare dalla panchina. Non saremo più nell’anno di transizione necessario quando si affronta un cambio di guida tecnica significativo come è accaduto proprio al Napoli nella scorsa estate. Ancelotti sarà allenatore dopo un primo anno fatto di passaggio dalla splendida era Sarri, e porterà comunque in dote con se un secondo posto – stando alla rassicurante classifica attuale – ed un risultato in campo internazionale già migliore rispetto alla scorsa stagione. Sperando naturalmente che in questo senso si possano raggiungere le più alte aspettative possibili. Tante cose saranno già ben rodate e cristallizzate, ed i prossimi tre mesi serviranno proprio per ribadire questo aspetto. Da Parma-Napoli in avanti tutti i giocatori azzurri verranno valutati cercando di capire quanto ancora potranno dare alla causa in futuro.

LEGGI ANCHE –> Napoli-Juventus, a De Laurentiis non va giù la decisione del Casms

Ancelotti, tutti gli azzurri sotto osservazione: Parma-Napoli un primo test

Ma le certezze arriveranno anche da quello che sarà il capitale umano a disposizione del mister. “Penso che il Napoli disponga di un organico molto ampio, Ancelotti sperimenta tutta la squadra e valuterà i calciatori di livello, lo sono tutti. Ci sono quelli più capaci di interpretare i suoi moduli ed altri che non sono altrettanto efficienti in questo. Faremo una selezione a fine stagione, vedremo chi ha giocato con maggiore e minore intensità. Tireremo le somme per il bene del Napoli e del progetto sportivo che diventa migliore sempre di più con il passare del tempo”. Ed anche Ancelotti la pensa così: “Questa squadra è molto vicina a vincere”. Per farcela occorre trovare la perfezione, cosa che è alla portata del Napoli.

LEGGI ANCHE –> Parma-Napoli, senza Insigne è una occasione d’oro per Mertens