Ibrahimovic Napoli, un’occasione persa: un affare che si poteva fare

0
32

Ibrahimovic Napoli, un sogno destinato probabilmente a rimanere tale. Lo svedese dovrebbe tornare in Italia con il Milan in vantaggio su tutte. 

Zlatan Ibrahimovic (Getty Images) 

Tutti pazzi per Zlatan Ibrahimovic. Dopo aver lasciato Los Angeles con un annuncio in grande stile, il gigante svedese è ancora in attesa di conoscere la sua nuova destinazione che quasi certamente dovrebbe essere l’Italia. Tre i club che nelle ultime settimane sono stati accostati con maggior forza: il Napoli di De Laurentiis, il ritorno di fiamma col Milan e il Bologna dell’amico Mihajlovic. Dall’iniziale posizione di attesa il club rossonero si è mosso in maniera concreta facendo registrare i primi contatti approfonditi per il grande ritorno al ‘Diavolo’ di Ibrahimovic. Ieri pomeriggio sarebbe infatti andato in scena l’incontro tra gli uomini di mercato del Milan e il potente Mino Raiola, agente dello svedese ex Galaxy. Il nodo principale sarebbe rappresentato dall’alto ingaggio dell’attaccante che seppur solo per sei mesi andrebbe ad impoverire le casse rossonere.

Calciomercato Napoli Ibrahimovic: una grande occasione sfumata

Nonostante possibili problemi dal punto di vista economico quella milanista appare ad oggi la pista più probabile con il suggestivo approdo a Bologna come eventuale ripiego. Sembra invece sfumare il sogno Ibrahimovic Napoli che tanto aveva infiammato i tifosi azzurri vista anche la grande stima di De Laurentiis verso di lui. Non mancano di certo gli eventuali pro ad un affare che sa tanto di occasione persa per la dirigenza partenopea. Ibrahimovic infatti piace tanto al patron azzurro e la possibilità di rigiocare la Champions al San Paolo con in panchina Carlo Ancelotti potevano essere ulteriori incentivi.

LEGGI ANCHE->>> Ibrahimovic-Napoli, pista ancora possibile? Spunta la rivelazione

L’altro lato della medaglia è però rappresentato dall’eccessiva abbondanza dell’attacco napoletano con i vari Llorente, Milik, Mertens e Lozano che già occupano 4 slot per due posti da titolare, a meno di eventuali cambi di modulo. A Milano lo svedese ritroverebbe un ambiente che già conosce e sarebbe visto come il salvatore della patria.