Home Rubriche Media gol, Milik meglio di Ronaldo: i numeri da quando sono in...

Media gol, Milik meglio di Ronaldo: i numeri da quando sono in Serie A

CONDIVIDI

Arek Milik continua a segnare e a migliorare la sua media gol, e c’è un confronto con Cristiano Ronaldo che riserva una bella sorpresa…

media gol Milik Napoli
Milik, che numeri!

Abbiamo sbagliato tutti, dobbiamo cercare di rialzarci. Arek Milik non si nasconde e parla da leader vero. Tanti problemi fisici e solo 10 presenze, ma a referto ci sono ben 9 reti, capocannoniere della squadra nonostante sia quello che ha giocato meno. Insomma, probabilmente se c’è qualcuno che può avere meno colpe nella crisi che attraversa il Napoli, questo è proprio Arek Milik, a bersaglio anche nell’ultima contro il Parma. E se la squadra sta per chiudere il suo annus horribilis, per il centravanti polacco è davvero un magic moment.

I fastidiosi problemi ai muscoli addominali che hanno tenuto Milik ai box per diverse settimane sembra ormai alle spalle e adesso è arrivato il momento di martellare, di lavorare per fare l’ultimo step e scrollarsi di dosso anche quel fastidioso scetticismo che da sempre accompagna la sua avventura napoletana. Troppo fragile, non ha personalità, si spegne nei momenti clou. Tutti pregiudizi che il numero 99 ora deve riuscire a scacciare via tenendo questo passo fino a fine anno. Possibilmente anche nelle gare che contano.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Cena Natale Napoli, dalle note di Gattuso al discorso del presidente De Laurentiis

Milik, media gol impressionante: il confronto con Cristiano Ronaldo

confronto Milik Cristiano Ronaldo
Milik, il confronto con Cristiano Ronaldo

La media gol di quest’anno di Milik recita quasi una rete a partita, addirittura una ogni 76 minuti. Un dividendo impressionante, che abbassa ulteriormente anche il rapporti gol/minuti da quando il polacco è arrivato a Napoli. 97 partite per ben 43 gioie con la media di una rete ogni 122 minuti. Per dire, Cristiano Ronaldo da quando è in Italia in 62 partite ne ha segnato uno ogni 136 minuti, prima della sfida contro la Sampdoria (poi è cambiato di poco, siamo a 1/135, ndr).

Stratosferico, Milik, in attesa della continuità e di diventare leader anche in campo, anche nelle sfide che contano. “Gattuso è una persona con le idee chiare, ha carattere – dice Milik a Sky – Noi adesso dobbiamo metterci il cuore per vincere”. A partire magari dal Sassuolo, il primo step per ripartire alla grande.