Home Napoli News Calendario Napoli, un gennaio di fuoco: perché può essere la svolta

Calendario Napoli, un gennaio di fuoco: perché può essere la svolta

CONDIVIDI

Il Napoli è atteso ad un mese davvero infuocato. Il calendario di gennaio della Serie A offre diverse sfide che però possono completamente cambiare la storia azzurra

Ok, dirlo a poche ore da Napoli-Inter non è proprio il massimo. Ma il calendario di questo mese di gennaio può davvero essere l’ultima chiamata per svoltare la stagione azzurra e per provare a riprendere la zona Champions. Che è lontana, sì, ma non così lontana come ci siamo convinti che sia. Dimentichiamo un piccolo particolare: siamo abituati a lottare negli ultimi anni contro squadre che lottano per lo scudetto e che lasciano indietro davvero pochi punti, ma ora non è più così. Ora si lotta nella zona medio-alta della classifica, dove le squadre vanno sì spedite, ma di punti per strada ne perdono parecchi e anche nelle situazioni più imprevedibile.

Basti guardare la Roma, che sembrava inarrestabile e sulla carta aveva forse la partita più facile di tutte, ma è caduta a sorpresa in casa contro il Torino. Per non parlare del Cagliari, che è già andato oltre le più rosee previsioni ma con la Juve ha inanellato la terza sconfitta consecutiva. Servirà un’impresa, per arrivare quarti, ma non è un’impresa pari a lottare con Juve e Inter per lo scudetto. Questo deve essere chiaro a tutti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Il calendario del Napoli: tre prove del 9 per “conoscere” Gattuso

Il calendario delle prossime partite: Napoli, ora cambia marcia!

Calendario Napoli Gennaio
Il Calendario del Napoli a Gennaio

E ok, è anche forse fuori luogo dirlo nel momento in cui il Napoli sta per affrontare un mese per niente semplice, con la trasferta di Roma e le sfide interne con Inter e Juventus. Ma è proprio per questo che la situazione può cambiare in un attimo. Basta che il Napoli faccia “il Napoli”, la stessa squadra (e del resto gli effettivi sono gli stessi) che se l’è sempre giocata a viso aperto con chiunque. La Lazio forse no, visto che ha ben 4 partite casalinghe consecutive (Sampdoria, il derby di Roma, Spal e Verona), ma Roma e Atalanta hanno un calendario non semplicissimo e potrebbero perdere più di un punto per strada. E in fondo ciò che conta è arrivare quarti, che in termini “pratici” equivale ad arrivare secondi. C’è margine per recuperare, c’è margine per arrivare lassù. Basta tornare a fare il Napoli.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Due acquisti, 4 cessioni e un possibile scambio: il punto sul mercato

 

Napoli-Inter, la formazione ufficiale di Gattuso