Home Calciomercato Napoli Calciomercato Napoli, cessione Milik: corsa a 3 per il suo erede

Calciomercato Napoli, cessione Milik: corsa a 3 per il suo erede

CONDIVIDI

Il calciomercato Napoli ragiona sull’attaccante del prossimo anno: con la cessione di Milik potrebbe diventare uno sprint a tre. O a quattro… 

Arkadiusz Milik Napoli
Arkadiusz Milik (Getty Images)

Per il rinnovo di Dries Mertens manca soltanto la firma, e quindi uno dei due posti per l’attacco è occupato, probabilmente nel modo migliore possibile. Resta l’altro slot, quello che al momento è nelle mani di Arek Milik. E qui iniziano i problemi, perché il polacco ha il contratto in scadenza nel 2021 e per rinnovare chiede ben 5 milioni l’anno. Una cifra che il Napoli non è disposto a sborsare, per questo la cessione diventa sempre più probabile. Richiesta di partenza 50 milioni, ma con la scadenza dopo un anno sarà difficile arrivare a cifre simili.

Intanto inizia il toto-sostituto. Petagna è già del Napoli ma Gattuso preferisce Belotti: possibile che al Torino sia proposto lo stesso attaccante della Spal più la cifra residua per la cessione di Simone Verdi, circa 20 milioni di euro. Posto che resta sempre in ballo una suggestione Cavani, che si svincola a giugno dal PSG (ma, per favore, non ricominciamo!), c’è un altro nome che piace tantissimo a Giuntoli da più di un anno: Luka Jovic del Real Madrid.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Icardi-Napoli, in estate nuovo capitolo della serie? L’indiscrezione

Calciomercato Napoli, Jovic dopo la cessione di Milik? Un colpo complicato

calciomercato Napoli Jovic
Luka Jovic (Getty Images)

Il nome che intriga tantissimo il Napoli nel caso di una possibile cessione di Arek Milik è proprio quello di Luka Jovic, classe 1997, che al Real Madrid ha floppato ma che l’anno prima all’Eintracht aveva segnato ben 27 gol. Un affare che però sarebbe davvero complicato, per diversi validissimi motivi.

In primo luogo il prezzo: il Real lo pagò 60 milioni, quindi il prezzo di partenza sarebbe non meno di 50 milioni. Per non parlare dell’ingaggio di Jovic, che attualmente al Real prende 10 milioni di euro l’anno fino al 2024. Sarebbe un investimento enorme, da “spalmare” magari in un prestito con obbligo. Ma resta la particolare situazione del Napoli del prossimo anno: senza la Champions diventerà difficile attrarre profili del genere ed è tutto da dimostrare che Jovic voglia davvero “retrocedere” in Europa League, se Gattuso non dovesse riuscire nell’impresa quarto posto.