Napoli, che occasione al Maradona: non farti scappare il dodicesimo uomo

0
246

Napoli-Juve è un banco di prova importante per il club azzurro: Maradona verso il sold-out, il dodicesimo uomo c’è ma chiede rispetto.

I tifosi del Napoli al Maradona
I tifosi al Maradona (GettyImages)

E’ tutto pronto o quasi per la sfida più attesa della terza giornata di Serie A. Il Napoli ospita allo stadio Maradona la Juve di Allegri, incerottata e con diversi sudamericani in arrivo dopo gli impegni con le nazionali. Sarà una partita che presenterà diverse assenze da una parte e dall’altra, ma non mancherà lo spettacolo in campo e fuori.

Infatti, il Maradona va verso il sold-out, nonostante le polemiche sui costi dei biglietti. I tifosi azzurri non vogliono perdersi in alcun modo Napoli-Juve e cercare di sostenere la propria squadra in vista di una partita che potrebbe dire già molto del percorso stagionale. E sarà anche un banco di prova importante per la società e per le autorità, che in occasione di Napoli-Venezia e Napoli-Benevento hanno avuto più di qualche problema agli ingressi. Per non parlare delle multe ai supporter per il mancato rispetto dei posti assegnati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> “Peggiore maglia di agosto”, schiaffo al Napoli sul sito specializzato

Napoli-Juve, tifosi presenti: cosa dovrà cambiare al Maradona

I tifosi del Napoli
I tifosi del Napoli al Maradona GettyImages)

Sono previsti circa 27 mila biglietti venduti. Insomma, il massimo in epoca di pandemia vista la riduzione di posti a sedere al 50%. Per Napoli-Juve i tifosi hanno risposto presente e ancora una volta sosteranno i campioni azzurri, cercando di ricreare una bolgia che possa diventare un vero inferno per i bianconeri.

Ma il vero inferno sembra essere fuori allo stadio, ai cancelli. Infatti, finora la società partenopea e gli steward messi a disposizione hanno creato disagi e lunghe code, non consentendo a molte persone di entrare all’interno dell’impianto per il riscaldamento dei calciatori. Inoltre, l’assegnazione di posti a sedere è automatica ed è possibile che chi voglia andare assieme ad amici e parenti si ritrovi diviso sugli spalti, seduti distanti. Un problema che ha causato alla prima uscita casalinga tante polemiche e una pioggia di multe per mancato rispetto dei posti. Multe che sono arrivate anche a chi non ha indossato la mascherina, dispositivo di sicurezza obbligatorio da tenere durante tutta la permanenza allo stadio.

Insomma, Spalletti potrà contare sul dodicesimo uomo per la sfida più importante di campionato, ma è ovvio che la società dovrà fare di tutto per evitare ulteriori disagi all’esterno e all’interno del Maradona. Il tifoso va trattenuto e corteggiato: sarà fondamentale nel proseguo della stagione.