Napoli-Juve, non solo Insigne: Spalletti si affida ad un leader dello spogliatoio

0
223

Non solo Insigne, Luciano Spalletti fa affidamento ai suoi leader dello spogliatoio: uno in particolare sarà protagonista di Napoli-Juve.

Spalletti e Insigne
Spalletti e Insigne (GettyImages)

E’ la partita da sogno. Così l’ha descritta mister Spalletti in conferenza stampa alla vigilia. Napoli-Juve non sarà mai una partita comune, ma resterà per molti altri anni una rivalità che ha origini socio-culturali, ben diversa da una semplice rivalità calcistica. Per questa ragione, l’allenatore toscano vorrà utilizzare tutti i suoi leader a disposizione. I calciatori più carismatici dello spogliatoio, i trascinatori, i condottieri veri che tirano fuori la grinta e spingono i propri compagni a dare il 100%.

Ovviamente, capitan Insigne è uno di questi. Il numero 24 azzurro sa bene quanto vale questa gara per l’intera città. E con gli anni l’ha scoperto anche Koulibaly, protagonista della sfida nel 2018 con una rete allo scadere allo Stadium di Torino. Ma Spalletti ha indicato anche un terzo leader, per certi versi inaspettato, che sarà assoluto protagonista di Napoli-Juve.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> L’annuncio di Spalletti in conferenza: “E’ pronto, sarà titolare”

Napoli-Juve, Ospina riceve elogi da Spalletti

David Ospina
David Ospina (GettyImages)

Solo poche ore fa, il lungo viaggio transatlantico di David Ospina è finalmente terminato. Dopo le tre gare con la Nazionale colombiana e l’ultima vittoria fondamentale per le qualificazioni ai Mondiali, il portiere torna alla base partenopea e sarà pronto per scendere in campo nella sfida più attesa della stagione. Se ci fosse stato Alex Meret, probabilmente non avrebbe giocato questa partita. Eppure, stando a quanto dichiarato Spalletti, Ospina sarà uno dei protagonisti di Napoli-Juve, non solo sul terreno di gioco, ma anche nello spogliatoio: “A volte si fa fatica a trovare le parole giuste con i calciatori per fargli capire l’importanza di essere protagonisti in una città. Altre volte è facile. In questo caso basta dire Insigne, Koulibaly, Ospina…per quello che ho visto in questi giorni“.

E dunque, gli elogi arrivano dritti dritti anche a David, che questa sera avrà il compito difficile di dover abbassare la saracinesca al Maradona.