Botta e risposta Spalletti-Manolas: fra i due litiganti il terzo gode?

0
208

Spalletti rimprovera a distanza Manolas e ora il posto può essere in discussione: perché la riserva di lusso può diventare titolare.

Manolas in Napoli-Juve
Kostas Manolas in Napoli-Juve (GettyImages)

Il Napoli supera l’ostacolo Juventus al Maradona grazie alla rimonta firmata Politano e Koulibaly. Una rimonta meritata per quanto visto in campo, ma resta grave e indelebile nella mente dei tifosi l’errore di Kostas Manolas, in occasione del gol di Morata. Il retropassaggio con lo spagnolo alle calcagna è stata un’ingenuità, costata a caro prezzo e che poteva tagliare le gambe alla formazione partenopea.

Un errore sottolineato anche da Luciano Spalletti nel post partita. Il difensore greco aveva confessato a Balzaretti – ex compagno di squadra e ora commentatore a DAZN – che “il Napoli è fortissimo“. Ma l’allenatore toscano ha lasciato intendere di non essere totalmente d’accordo con questa affermazione. Mister Spalletti mette in guardia Manolas in vista dei prossimi incontri: il campionato è lungo ed il posto non è assicurato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> L’agente di Costanzo @NCL: “Fisico e rapido, farà strada. Il record? Che orgoglio”

Spalletti “zittisce” Manolas: Rrahmani scalpita e prepara il sorpasso

Siamo quello che si fa, non quello che si dice” ha redarguito Spalletti a Manolas davanti ai microfoni di DAZN a fine partita. Un difensore di quella esperienza non può regalare gol alla Juventus. Non è la prima volta che l’ex centrale della Roma commetta queste ingenuità e alterna ottime prestazioni a completi blackout.

Kostas finisce sotto accusa e il posto da titolare al fianco di Koulibaly per il resto della stagione rischia di essere in pericolo. In effetti, in panchina scalpita Rrahmani, pronto a fare il debutto stagionale contro il Leicester, a causa della squalifica in Europa del centrale senegalese. Ma quella partita sarà una sfida nella sfida. Il kosovaro (costato 14 milioni e utilizzato solo in emergenza) ed il greco si potrebbero giocare la titolarità nell’undici di lunedì prossimo, quando ci sarà la trasferta di campionato ad Udine. E magari chissà, anche per il resto della stagione.

Manolas non è intoccabile e Spalletti ha lasciato intendere che bisogna guadagnarsi con i fatti i complimenti e magari anche il posto in campo. Il numero 44 azzurro è stato anche ad un passo dalla cessione al termine di questa sessione di calciomercato. Il vero ed unico intoccabile è Koulibaly, uomo per il quale l’allenatore azzurro sarebbe disposto anche ad incatenarsi pur di non lasciarlo partire.