Dal Verona alla Juve, 114 giorni. Ma ora il Napoli ha una nuova skill

0
196

La fiducia dopo la partita contro la Juventus è inevitabile: ciò che spicca però è una nuova caratteristica degli azzurri

gol Koulibaly Juventus
Il gol di Koulibaly con la Juventus (Getty Images)

E’ un Napoli che piace e SI piace, ma soprattutto è un Napoli che ha imparato a vincere contro ogni difficoltà. La vittoria contro la Juventus inevitabilmente dà tanta fiducia al gruppo azzurro, che per la terza volta in tre partite è riuscito a ribaltare una situazione avversa col carattere e stavolta anche con un po’ di fortuna. Il rosso a Osimhen alla prima, il pari del Genoa alla seconda e con la Juve l’erroraccio di Manolas, nota stonata in una prestazione di spessore. In ognuno di questi casi il Napoli ha reagito alla grande e l’ha portata a casa anziché disunirsi, spaventarsi, crollare psicologicamente.

Da Napoli-Verona a Napoli-Juventus sono passati 114 giorni ma in mezzo sembra esserci l’Oceano Atlantico. E con questa forza d’animo bisogna affrontare il resto del campionato e un’eventuale sconfitta, che poi un giorno inevitabilmente arriverà. Spalletti sa come fare, ha dimostrato di aver già lavorato subito benissimo su quest’aspetto e poi i cambi a partita in corsa, sempre decisivi, hanno fatto ancor di più la differenza.

Napoli, a Leicester con fiducia: Ospina, Koulibaly e Osimhen ci saranno!

Politano Koulibaly
Politano e Koulibaly (Getty Images)

Ora c’è la prima in Europa ed è subito una super-sfida. Col Leicester non ci sarà Lobotka e sono da verificare le condizioni di Insigne e Mario Rui, così come quelle di Osimhen e l’intricata questione diplomatica con le leggi inglesi sul Covid. Su questo tema però ci sono degli sviluppi: a quanto pare il Governo inglese sta modificando la legge sulla quarantena per chi proviene dai Paesi in zona rossa, specificando che sono esenti dalle limitazioni i giocatori impegnati in competizioni d’alto livello.

Perciò, si attende l’ufficialità, ma il Napoli a Leicester potrà mandare in campo Ospina, Osimhen e Koulibaly. Una sfida da affrontare con la voglia di fare risultato anche in Inghilterra, anche contro una big europea. Tutto può sempre complicarsi e diventare difficile, ma niente è impossibile. Soprattutto con questo carattere qui.