Demme svela il segreto di Spalletti: e che stoccata a Gattuso

0
530

Alla prima da titolare in stagione dopo l’infortunio durante il ritiro, Diego Demme ha superato la brillante prova in Napoli-Legia Varsavia.

Diego Demme
Diego Demme (GettyImages)

E’ tornato Diego Demme. E si è visto. Il centrocampista tedesco, dopo il lungo infortunio subito durante il ritiro estivo, è ritornato a disposizione dei compagni e ha cominciato ad aumentare il suo minutaggio. Prima della sosta, appena due minuti in Napoli-Cagliari; poi circa 20 minuti contro la Fiorentina e infine, tutta la gara contro il Legia Varsavia. Spalletti ha un nuovo mediano che potrà utilizzare nelle rotazioni con Fabian e Anguissa.

A Radio Kiss Kiss Napoli, Demme ha rilasciato un’intervista e in merito alla vittoria contro i polacchi ha dichiarato: “Siamo contenti per ieri, abbiamo giocato bene – poi il punto sulle sue condizioni – Ho recuperato dall’infortunio, sto bene fisicamente“. Ma nel corso della chiacchierata in radio, il centrocampista azzurro ha svelato la differenza tra Spalletti e Gattuso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Roma-Napoli, Mourinho e Spalletti spiegano l’enorme differenza tra i club

Demme: “Gattuso o Spalletti? Luciano vede cose che altri non vedono”

Diego Demme
Diego Demme (Gettyimages)

In Napoli-Legia, Demme ha giocato al fianco di Anguissa per buona parte di gara e così ha raccontato ai tifosi quanto sia importante il neo-acquisto del club azzurro: “Si gioca bene assieme a Franck, dà sicurezza a tutti e ha una presenza molto forte“.

In merito a Spalletti, Diego ha svelato: “Dà fiducia a tutti noi giocatori. Prepara molto bene le partite, vede cose che altri allenatori non vedono: sono i dettagli che fanno la differenza. Differenza con Gattuso? Spalletti non mi chiede altre cose, ma dà input diversi dagli altri tecnici, lavora sui dettagli“. La stima è reciproca, tant’è che il tecnico azzurro ha più volte elogiato Demme: “Bello quando un allenatore ti stima, sono contento perché mi trovo bene con lui. Voglio dare sempre il massimo quando scendo in campo“.

Infine, una battuta sui compagni di squadra Insigne e Osimhen: “Ci sono pochi giocatori come Lorenzo: fa la differenza. Victor è quasi immarcabile: ha tutto per diventare un grande attaccante. Velocità, tecnica, sa fare gol. Non mi sono mai allenato con un ragazzo come lui“. E poi una battuta sull’eventuale sogno scudetto: “Andiamo piano e pensiamo sempre alla prossima partita“.