Napoli, ricordi Edu Vargas? Ora è diventato campione

0
616

Tra i più grandi flop del calciomercato del Napoli c’è sicuramente l’acquisto di Edu Vargas: il cileno ora è diventato campione.

Edu Vargas
Edu Vargas (LaPresse)

Meteora azzurra. Anzi flop. Uno dei primi acquisti più costosi dell’era De Laurentiis che ha deluso enormemente le aspettative. Doveva essere il vice Lavezzi, addirittura il suo sostituto dopo la partenza del Pocho verso Parigi. E invece, Edu Vargas è rimasto una delle più tremende delusioni di mercato del Napoli.

Eppure, con la maglia del Cile si è sempre trasformato in un fuoriclasse, quello per cui è stato comprato a gennaio 2012, in fretta e furia per battere la concorrenza spietata. Edu ha vinto due Copa America con la sua Nazionale ed ha partecipato alla Confederation Cup del 2017, riuscendo a conquistare il secondo posto.

Ma l’Europa non era affatto la sua dimensione e i numeri l’hanno confermato. Flop a Napoli, flop a Valencia e al Qpr, e persino in Bundesliga con la maglia dell’Hoffenheim. Dopo anni di viaggi nel vecchio continente, dal 2017 ha deciso di tornare dall’altra parte del Mondo e solo poche ore fa è diventato campione in Brasile.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli, da Ibra a Mascherano: i grandi affari saltati nell’era De Laurentiis

Edu Vargas, dall’acquisto alla cessione: il flop in un anno di azzurro

Arrivò nel mercato di gennaio del 2012 per quasi 15 milioni di euro. Il Napoli riuscì a convincere Vargas – all’epoca fenomeno con la maglia dell’Universidad de Chile – vincitore della Coppa Sudamericana nel 2011. Tante erano le squadre che seguivano il talentuoso attaccante cileno, ma il club azzurro riuscì ad acquistare il suo cartellino poco prima del Natale 2011. Un regalo ai tifosi del Napoli da parte di Aurelio De Laurentiis. Ma chi se lo sarebbe mai aspettato che fosse un vero e proprio pacco? Neanche il presidente.

Esordì subito dopo l’acquisto in Coppa Italia, a gennaio 2012. Quell’anno vinse anche la Coppa, senza però lasciare il segno. Con l’addio di Lavezzi sembrava poter avere strada spianata per diventare finalmente titolare. E invece le prestazioni furono deludenti, tranne una. Memorabile. A settembre 2012, durante la gara di Europa League contro l’AIK Stoccolma, Edu Vargas siglò una tripletta: gli unici tre gol in maglia azzurra. A gennaio 2013 fu ceduto al Gremio in prestito, cominciando così il suo viaggio alla ricerca di una meta stabile.

Vargas vince il campionato brasiliano

Edu Vargas con la maglia dell'Atletico Mineiro
Edu Vargas con la maglia dell’Atletico Mineiro (LaPresse)

Dopo un’intensa parentesi di tre anni in Messico con il Tigres, dal 2020 Vargas gioca in Brasile con l’Atletico Mineiro. Proprio questa notte, l’attaccante cileno è diventato campione in Brasile grazie alla vittoria per 3-2 in trasferta contro il Bahia. L’Atletico conquista il primo posto matematicamente a due giornate dal termine del Brasileiro.

Dopo aver vinto due campionati cileni e due messicani, Vargas vince anche quello brasiliano da assoluto protagonista. Il riscatto di un talentuoso ragazzo che si perse in Europa, ma ha ritrovato la sua identità in altri contesti calcistici. Decisamente più nelle sue corde.