Spalletti pazzo del suo Napoli: il gesto liberatorio dopo la vittoria – VIDEO

0
455

A seguito della vittoria contro il Milan, Luciano Spalletti festeggia con i suoi calciatori: l’allenatore del Napoli non trattiene la gioia.

I calciatori del Napoli festeggiano a San Siro
I calciatori del Napoli festeggiano a San Siro (LaPresse)

Il tecnico di Certaldo torna a Milano, dopo aver subito una brutta sconfitta contro l’Inter per 3-2. I fantasmi aleggiano su San Siro, con Spalletti che deve fare i conti anche con le tantissime assenze. Fuori i titolari, fuori il capitano, una panchina ridotta all’osso. Insomma, tante circostanze che preoccupano l’intero ambiente. Eppure, il Napoli trova le energie necessarie proprio dalle difficoltà, come vuole il mister. D’altronde, per raggiungere il paradiso bisogna sudare e superare gli ostacoli.

Dopo il triplice fischio dell’arbitro Massa, Spalletti si lascia andare ad un esultanza energica con i suoi calciatori, in particolare con Frank Anguissa.

Leggi anche >>> Milan-Napoli, il gol di Elmas “irregolare”? Pioli sbotta contro l’arbitro

Spalletti, l’abbraccio con Anguissa – VIDEO

Luciano Spalletti esultanza
Luciano Spalletti (LaPresse)

Non è la prima volta che al termine della gara l’allenatore azzurro si rende protagonista davanti alle telecamere. Era successo dopo il passaggio del turno in Europa League, sotto una fitta pioggia: Spalletti si tuffò sul prato del Maradona completamente bagnato.

Ma dopo giorni difficili e una vittoria di carattere che mancava da tempo, il tecnico azzurro si è lasciato andare alle passioni e a fine partita contro il Milan ha raggiunto i suoi giocatori. Prima di farlo ha richiamato Ounas, che evidentemente dopo il triplice fischio stava lasciando già il campo senza salutare i suoi tifosi. Dopo aver convinto l’algerino, Spalletti ha raggiunto i suoi ragazzi e li ha abbracciati uno ad uno, fino a stringere forte Anguissa. Il centrocampista camerunese, molto più forte fisicamente, ha praticamente alzato da terra il suo allenatore, creando una simpaticissima cornice a fine gara. Il gruppo è unito come non mai. E tra calciatori e allenatore c’è una sintonia che fa davvero ben sperare.