Coppa d’Africa, il Napoli voleva trattenere i calciatori? La risposta è sorprendente

0
254

Il Napoli voleva trattenere i suoi calciatori e non lasciarli partire per la Coppa d’Africa? Arriva la risposta secca di uno dei convocati

Osimhen e Koulibaly, due calciatori africani del Napoli
Osimhen e Koulibaly, due calciatori africani del Napoli (LaPresse)

La Coppa d’Africa a gennaio, nel pieno della ripresa dei campionati dopo la pausa, ha creato molti dissapori tra i club europei. Tanti sono i giocatori africani che disputano le competizioni nel Vecchio Continente e hanno abbandonato “all’improvviso” i propri compagni di squadra per inseguire il sogno di rappresentare il proprio Paese.

Con lo scoppio di una nuova ondata di contagi che ha coinvolto diversi Stati nel mondo, l’apprensione sulla regolarità del torneo e sull’incolumità dei giocatori convocati è cresciuta a dismisura. A tal punto che diverse società europee hanno storto il naso, facendo pressione sul CAF e sulla FIFA, chiedendo il rinvio. Si è parlato tanto anche del Napoli e in particolar modo della situazione che riguardava Victor Osimhen. Il calciatore nigeriano era stato inserito nei pre-convocati della sua nazionale, ma non aveva ancora avuto l’ok dei medici per rientrare a giocare a seguito dell’importante infortunio al volto. Secondo alcune voci, i dirigenti azzurri avrebbero convinto e pressato l’attaccante per non rispondere alla chiamata. Ma ora arriva una smentita netta da parte di uno dei titolari del Napoli.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Insigne addio, Spalletti ha trovato la soluzione: la mossa del tecnico

Napoli contraria alla Coppa d’Africa? Anguissa smentisce tutto!

Anguissa, centrocampista del Napoli e del Camerun
Anguissa, centrocampista del Napoli e del Camerun (LaPresse)

Victor Osimhen è già tornato in Italia per la visita medica e presto potrà allenarsi con i compagni di squadra. Farà lui stesso chiarezza quando avrà modo e occasione in merito alla non convocazione per l’importante evento che si sta disputando in Camerun.

Ma proprio dal Camerun arriva una risposta che spegne ogni tipo di speculazione in merito al pressing del Napoli sui suoi calciatori impegnati in Coppa d’Africa. Infatti, Frank Anguissa ha parlato bene della sua società e ha alzato la voce con alcuni importanti club d’Europa: “È sempre difficile per un giocatore lasciare la sua squadra, ma le società devono capire che la Coppa d’Africa è importante quando sei un calciatore africano e devono rispettarla“. Poi il centrocampista azzurro ha aggiunto: “Nella mia situazione, il Napoli non ha creato problemi, nonostante sia uno dei calciatori importanti della rosa. La società sa bene quanto sia importante per me questa competizione e tutti mi sostengono da lontano. Allo stesso modo, anche io seguo i miei compagni da qui“.

Dunque, Anguissa spiega che il club partenopeo non abbia avuto da ridire in merito alla convocazione sua in Camerun. Frank scenderà nuovamente in campo giovedì per la seconda giornata della Coppa d’Africa, quasi in contemporanea con Napoli-Fiorentina di Coppa Italia.