Napoli, il Verona è come il Liverpool! Scatta l’allarme per la difesa azzurra

Il Napoli affronta l’Hellas Verona al Bentegodi e scatta l’allarme per la difesa azzurra: la statistica è preoccupante.

Simeone, attaccante Verona
Simeone, attaccante del Verona (LaPresse)

a formazione azzurra deve disputare la 29a giornata contro l’Hellas di Igor Tudor. Contro il Verona svanì il sogno Champions nella passata stagione; contro il Verona il Napoli deve riacciuffare la corsa scudetto, non del tutto persa, ma piena di ostacoli visto il calendario e lo scontro diretto con il Milan sciupato al Maradona.

Per questa gara di campionato, Spalletti valuta possibili cambiamenti. Una vera e propria rivoluzione con il ritorno di Anguissa e Lozano titolari ed Elmas pronto a togliere il posto ad un impalpabile Zielinski. Le gerarchie potrebbero essere stravolte. Quello che non cambierà sarà il reparto difensivo, tutto sommato il più affidabile. Solo 6 gol subiti in campionato da inizio 2022, miglior difesa della Serie A in questo girone di ritorno.

Eppure, Koulibaly e compagni dovranno fare molta attenzione: il Verona è pericoloso quasi quanto il Liverpool!

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Rinnovo Mertens, fine della telenovela: la decisione è stata presa

Verona-Napoli, non solo Simeone: l’attacco gialloblu è spaventoso

Giovanni Simeone
Giovanni Simeone (LaPresse)

Igor Tudor dovrà fare sicuramente a meno di Lazovic, esterno pericolosissimo che avrebbe potuto creare parecchie insidie sulla fascia di Di Lorenzo. Una buona notizia per quanto riguarda il reparto difensivo azzurro. Tuttavia, Spalletti è ben a conoscenza della propensione al gol della squadra gialloblu. Non a caso, il Verona ha siglato 19 reti nel girone di ritorno, mentre il Napoli solo 14.

Inoltre, la squadra di Tudor è l’unica in Italia, e la seconda nei cinque maggiori campionati d’Europa, ad avere tre calciatori già in doppia cifra. L’altra è il Liverpool. La statistica riguarda Simeone, autore di 15 marcature in Serie A, Caprari e Barak, entrambi a 10 reti. Proprio quest’ultimo è in forte discussione, di rientro da un infortunio. Potrebbe alzare bandiera bianca e sarebbe un’altra ottima notizia per gli azzurri. Al suo posto scalpita Lasagna, contropiedista puro, ma meno freddo sotto porta. Verona-Napoli sarà una vera battaglia, soprattutto di nervi: la formazione di Spalletti dovrà dimostrare di che pasta è fatta.