Serie A, proposta rivoluzionaria: “Inter, Napoli e Milan devono farlo subito”

0
231

Appello lanciato alla Serie A che potrebbe rivoluzionare il calendario e regalare un finale ricco di sorprese: da chi è partita la proposta per Inter, Napoli e Milan. 

Il calcio è strano. Vincono le due squadre in trasferta nei big match e la formazione in casa, con un avversario meno ostile sulla carta, cede il passo e arresta la sua cavalcata verso il primo posto. Il pareggio del Milan mette più che mai tutto in discussione, valorizzando le vittorie esterne di Inter e Napoli.

Insigne e Handanovic, capitani di Napoli e Inter
Insigne e Handanovic, capitani di Napoli e Inter (LaPresse)

Questa stagione di Serie A potrebbe concretamente terminare con 2 o addirittura 3 club a pari punti in vetta alla classifica. A quel punto, sarà necessario ricorrere alla classifica avulsa, dunque agli scontri diretti, per stabilire chi potrà guadagnare il titolo di campione d’Italia.

Intanto, sorge un problema non da poco. Mancano sette giornate al termine, ma il calendario si oppone allo spettacolo e rischia di essere determinante. Ecco perché secondo il giornalista RAI la Serie A deve cambiare subito le carte in tavola: l’appello coinvolge Inter, Napoli e Milan che si giocano lo scudetto.

Serie A, ascolta la proposta: “Salviamo il campionato più bello degli ultimi 10 anni”

Lo stadio Maradona
Lo stadio Maradona (LaPresse)

A seguito del pareggio tra Milan e Bologna è diventato chiaro a tutti lo scenario sviluppatosi in classifica. Inizia ad esser complicato disputare le partite a distanza di ore, se non giorni. La formazione rossonera è scesa in campo sapendo il risultato delle altre due squadre, giocando con una pressione diversa – attenzione, non maggiore o minore ma solo differente – da quella di Napoli e Inter.

Così, il giornalista sportivo della RAI Marco Lollobrigida ha lanciato una provocazione e un appello alla Lega Serie A, per intervenire immediatamente sul calendario. “Milan, Napoli e Inter dovrebbero giocare alla stessa ora da adesso in poi. Il campionato più combattuto degli ultimi 10 anni lo meriterebbe“, ha affermato il conduttore di 90° minuto.

In effetti, nelle prossime due giornate le tre squadre non giocheranno mai allo stesso giorno e orario. La proposta avanzata sarebbe la migliore per mantenere integra la regolarità della stagione, ma è chiaramente difficile che ciò avvenga prima della 34a giornata, dato che sono stati già fissati gli appuntamenti delle prossime partite. Ma forse potrebbe essere già troppo tardi.