La volata scudetto e la speranza azzurra: quel paragone con il gioco di carte

0
387

La volata per lo scudetto di Inter, Milan e Napoli assomiglia ad un noto gioco di carte: la speranza degli azzurri di replicare la Juventus

La soglia scudetto si sta abbassando giornata dopo giornata a causa degli scivoloni delle tre big. Pochi si sarebbero immaginati che la Juventus, dopo la sconfitta nel derby d’Italia, avrebbe potuto letteralmente impensierire Napoli, Inter e Milan, da inizio anno vere antagoniste per il titolo del campionato.

Luciano Spalletti
Luciano Spalletti (LaPresse)

La formazione nerazzurra ha ricominciato a macinare punti, ma ha approfittato soprattutto dei recenti bruschi arresti di Milan e Napoli. Nelle ultime cinque gare, gli azzurri hanno perso in casa lo scontro diretto contro i rossoneri e il match contro la Fiorentina. Il Maradona non è più un fortino.

Inter, Milan e Napoli giocano a…Traversone

La volata per lo scudetto assomiglia molto ad un famoso gioco di carte, dalle innumerevoli varianti. Come suggerisce il Corriere dello Sport, le tre big del campionato italiano hanno commesso tanti errori in questo finale di stagione, proprio nel momento clou.

Il paragone viene facile. Inter, Milan e Napoli sembra che giochino a Traversone o chiamato anche Tressette a perdere. A Milano è conosciuto anche come Ciapa no. Chiaramente, a differenza del tradizionale Tressette, il Traversone lo vince il giocatore con il minor punteggio.

Le tre squadre in vetta alla classifica stanno lottando con le unghie e con i denti, ma stanno commettendo diversi errori che starebbero compromettendo la loro stagione. Praticamente è una prova di resistenza: conquisterà il titolo chi riuscirà a fare meno passi falsi.

Volata scudetto: il Napoli come la Juventus?

Osimhen, Mertens ed Insigne
Osimhen, Mertens ed Insigne (LaPresse)

A sei giornate dal termine del campionato, la formazione azzurra si ritrova terza in classifica. Se avesse vinto contro la Fiorentina, il Napoli si sarebbe trovato in cima e avrebbe acquisito un vantaggio importante. Così non è stato, ma le occasioni potrebbero non mancare: è obbligatorio vincere contro la Roma.

L’ultima volta che una squadra posizionata al terzo posto in classifica a sei giornate dal termine è riuscita a scavalcare tutti e vincere lo scudetto è stata la Juventus nel 1973. La formazione bianconera con Zoff e Altafini (acquistati dal Napoli nell’estate precedente) riuscì ad inserirsi nelle ultime giornate nella corsa a tre assieme a Milan e Lazio. I favoriti erano i rossoneri di Nereo Rocco, ma proprio nel finale di stagione incappò in alcune sconfitte e pareggi. Anche la Lazio perse lo smalto di inizio stagione, nonostante un’annata d’oro: era appena stata promossa dalla Serie B.

Tutto si decise all’ultima giornata: Milan 44 punti, Lazio e Juventus 43. I rossoneri persero incredibilmente a Verona 5-3; i biancocelesti invece persero contro il Napoli al San Paolo e la Juve ne approfittò a Roma contro i giallorossi, conquistando la vittoria a tre minuti dal termine. Insomma, il Napoli può replicare quanto fatto 49 anni fa dalla squadra bianconera. Sarebbe un successo storico. Nel calcio nulla è impossibile.