Napoli, Spalletti cambia idea? Svelato il vero ruolo di Sirigu

0
415

Luciano Spalletti cambia idea sui suoi portieri? Qual è il vero ruolo di Sirigu e Meret: svelate le gerarchie. 

Il Napoli esce dall’Olimpico di Roma imbattuto. Dopo i pareggi con Fiorentina e Lecce, gli azzurri ritrovano il sorriso grazie ad una prestazione strepitosa contro la Lazio di Sarri. La formazione di casa è stata praticamente annientata: le statistiche lo confermano.

Meret e Sirigu in Nazionale
Meret e Sirigu in Nazionale (LaPresse)

Al di là del possesso palla, che non sempre è un indice valido da prendere in considerazione, il Napoli ha trovato la conclusione 19 volte contro 8 tiri della Lazio; 17 le occasioni da gol per gli azzurri, ben 15 i passaggi chiave, contro i tre dei biancocelesti. Numeri che confermano la superiorità tecnica della squadra di Spalletti.

Meret è stato impegnato praticamente una sola volta, poi si è visto sfilare lontano dai pali quei pochi tentativi dalla distanza. Ma quelle rare volte in cui è stato chiamato in causa, il portiere del Napoli ha dimostrato sicurezza. Un fattore che il mister sta prendendo in considerazione, nonostante fino a qualche settimana fa si pensava ad una sua cessione. Alex sembrava vicinissimo al trasferimento allo Spezia e nel frattempo Spalletti chiedeva un portiere di livello come Keylor Navas. Inoltre, lo stesso allenatore ha sottolineato per tutta l’estate che nel calcio moderno servono 2 estremi difensori che si giocano costantemente il posto. Eppure, dopo la partita contro la Lazio il mister sembra aver cambiato idea.

Meret-Sirigu, ma quale dualismo: Spalletti esce allo scoperto

Alex Meret, portiere del Napoli
Alex Meret, portiere del Napoli (LaPresse)

L’ex portiere dell’Udinese è rimasto al Napoli al termine della sessione di mercato. Una scelta che ha suscitato qualche polemica della piazza, la quale chiedeva l’ultimo sforzo, la ciliegina sulla torta di una finestra di calciomercato importante. I tifosi volevano Keylor Navas.

In tutti questi anni, Meret ha dimostrato di poter essere un ottimo portiere, ma allo stesso tempo è stato autore di qualche errore importante, come quello ad Empoli della passata stagione. E’ un giocatore diverso rispetto ad Ospina, il vero titolare del Napoli degli ultimi anni. Ma questa volta tocca al Campione d’Europa. E’ lo stesso Spalletti a confidarlo in diretta tv a seguito di Lazio-Napoli. Il classe 1997 è il primo delle gerarchie del mister, che rivede i suoi piani tra i pali e rinuncia al dualismo con Sirigu.

Abbiamo due portieri della Nazionale, non potevamo chiedere di meglio – conferma l’allenatore dei partenopei a Sky Sport – Alex ha bisogno di giocare e fare prestazioni come quelle contro la Lazio per battere la timidezza, se si può chiamare così”. Poi l’annuncio: “Meret sa di essere titolare e Sirigu è lì ad affiancarlo e spronarlo, perché ha un carattere che può aiutarlo nella crescita“.

Dunque, l’estremo difensore sardo resterà il secondo per tutta la stagione, ma con un compito ben preciso: fare da chioccia a Meret. Un ruolo che ha ricoperto agli Europei al fianco di Donnarumma. Sirigu ha carisma, esperienza e una spiccata personalità: caratteristiche che possono aiutare lo spogliatoio a raggiungere obiettivi importanti. E se viene chiamato in causa, risponderà presente da vero professionista.