Il Napoli batte persino la Lazio di Sarri: la statistica che fa felice Spalletti

Numeri eccezionali del Napoli dopo appena 8 giornate di campionato: battuto anche Sarri, la statistica che fa felice Spalletti. 

Il Napoli domina tutte le classifiche ad inizio stagione. Dopo otto giornate di campionato è primo in classifica, a pari merito con l’Atalanta. E’ primo per reti segnate e per conclusioni effettuate. Ma è anche primo in una particolare statistica, che starà a cuore a Maurizio Sarri.

Luciano Spalletti
Luciano Spalletti può sorridere: il primato del Napoli (LaPresse)

Infatti, secondo i dati raccolti da Sky Sport, nessuno in Serie A è riuscito a fare meglio del Napoli nella costruzione dal basso. La squadra azzurra è particolarmente attenta ad iniziare l’azione dai propri difensori e cerca di eludere la pressione avversaria solo con un palleggio rapido e tanti movimenti, anche da parte degli attaccanti che giungono in mezzo al campo.

E’ un dato che fa certamente riflettere, ma che non stupisce. Anche nella passata stagione il Napoli era il primo per costruzione dal basso nel campionato italiano.

Costruzione dal basso, il Napoli è primo: la classifica

Luciano Spalletti e Maurizio Sarri
Spalletti e Sarri, le loro squadre tra le migliori per costruzione dal basso (LaPresse)

E’ stata un’estate tormentata per Meret, che ha dovuto subire la pressione dei media e dei tifosi a causa del suo errore ad Empoli, nato proprio per una fase di costruzione dal basso. Pochi ritenevano il portierone azzurro ideale per il gioco di Spalletti. E invece, sta dimostrando di essere capace ed uno dei migliori nel suo ruolo.

Così, il Napoli grazie anche alle giocate di Meret, le sue letture e i suoi passaggi da dietro, è primo nella classifica della costruzione dal basso in Serie A. Sky Sport ha visionato tutte le azioni cominciate da dietro e che fossero caratterizzate da almeno quattro passaggi di fila. Ne è risultato che il Napoli ha cominciato l’81,7% delle azioni proprio grazie al reparto arretrato. Alle spalle degli azzurri l’Inter con il 77%, poi la Juve con il 75,2% e la Lazio con il 74,1%. Sarri fuori dal podio. Al quinto posto, invece, il Bologna con il 73,6% di azioni iniziate dalle retrovie. E con Thiago Motta questo numero potrebbe continuare a crescere.

I dati non dovrebbero sorprendere, come già detto prima. Lo scorso anno, Ospina è stato il portiere con meno rilanci lunghi tra tutti gli altri titolari del campionato italiano: solo il 18% dei suoi passaggi è avvenuto con un lancio oltre i 40 metri. D’altronde, Spalletti sostiene con fermezza che la costruzione dal basso è il futuro: “Nessuno vuole un portiere che non sappia giocare con il pallone. L’uscita dal basso con il portiere è il futuro“.