Kvaratskhelia incubo dei difensori: non hanno scampo, il dato è eloquente

E’ diventato l’incubo dei difensori di mezza Europa: ecco quante ammonizioni ha già procurato Khvicha Kvaratskhelia

La scommessa del Napoli è riuscita. Al suo arrivo in Italia, tutti si domandavano quanto tempo ci avrebbe messo per ambientarsi ad un campionato importante come la Serie A. Ebbene, Kvaratskhelia ha messo subito la propria firma alla prima giornata contro il Verona, contribuendo alla vittoria.

Kvaratskhelia è l'incubo dei difensori
Kvaratskhelia è l’incubo dei difensori (LaPresse)

L’attaccante georgiano è cresciuto di partita in partita e sta mettendo in mostra tutte le sue qualità. Salta l’uomo, si prende le responsabilità di tirare da fuori, crea il panico in area di rigore. Su tanti gol segnati dai suoi compagni c’è il suo zampino, con un assist o con un tiro decisivo nell’evolversi dell’azione, proprio come nella marcatura di Lozano al Bologna.

In quattordici partite disputate tra Napoli e Champions League, pochissimi difensori sono riusciti a fermare Kvaratskhelia. L’unico ad aver messo un freno alle sue capacità tecniche è stato Dodo della Fiorentina. Persino Van Dijk o Calabria – uno dei migliori terzini del campionato della passata stagione – si sono dovuti arrendere all’esplosività del 77 azzurro. E intanto, Kvara ha già conquistato 3 calci di rigore e ha procurato tantissime ammonizioni.

Kvaratskhelia è un giallo per i difensori: 8 cartellini in 14 partite

Kvaratskhelia in Napoli-Liverpool
Kvaratskhelia in Napoli-Liverpool (LaPresse)

E’ l’incubo dei difensori. Chi ha il compito di affrontarlo, deve mettere in conto di spendere un fallo serio, con conseguente ammonizione. E’ ormai un dato di fatto. Con il Milan, ad esempio, Kvaratskhelia è riuscito a procurare due cartellini gialli e ha conquistato un calcio di rigore. Interessante notare come Pioli fu costretto a sostituire all’intervallo Kjaer e Calabria – perché ammoniti – con Kalulu e Dest. E proprio quest’ultimo ha commesso fallo in area sul georgiano ad inizio secondo tempo, regalando al Napoli l’opportunità di andare in vantaggio.

Tra Serie A e Champions League Kvaratskhelia ha collezionato 8 falli da cartellino giallo. Sono caduti nell’infrazione Gendrey del Lecce, Calabria e Kjaer del Milan, Sernicola della Cremonese, Tavernier e Barisic del Rangers, Tadic e Sanchez dell’Ajax. E in quattordici gare ha conquistato 3 calci di rigore, di cui gli unici due del Napoli in campionato provengono dalle sue giocate.

Eppure, il numero di falli commessi dai calciatori di Serie A nei confronti dell’attaccante azzurro è piuttosto basso. Solo 13 falli. In realtà, questo dato porta ad una riflessione: Khvicha sfugge ai suoi avversari, i quali non riescono a fermarlo neanche con le cattive.