Napoli, retroscena Kvaratskhelia: Giuntoli voleva un altro attaccante

Il Napoli non voleva acquistare Kvaratskhelia, ma aveva puntato su un altro attaccante: perché la trattativa è saltata. 

Il Napoli si gode Khvicha Kvaratskhelia, autore di pregevoli prestazioni in soli tre mesi di Serie A. Il georgiano è arrivato dalla Dinamo Batumi, ma prima ancora era un calciatore del Rubin Kazan.

Khvicha Kvaratskhelia
Khvicha Kvaratskhelia (LaPresse)

Come svelato dal direttore sportivo Giuntoli, il ragazzo era stato seguito da tempo dai suoi talent scout. Il Napoli era interessato alle prestazioni dell’attaccante, sin da quando era un giocatore della Premier Liga russa. Tuttavia, a causa del conflitto in Ucraina, Kvaratskhelia ha dovuto abbandonare la Russia per motivi personali e così ha fatto ritorno in Georgia.

Il club azzurro ha pagato il ragazzo per circa 10 milioni di euro. Un vero affare. Tuttavia, Cristiano Giuntoli era alla ricerca di un altro attaccante, tant’è che aveva già avviato la trattativa con un’altra società. Kvaratskhelia non era il primo obiettivo azzurro.

Kvaratskhelia non doveva arrivare al Napoli: ecco chi voleva Giuntoli dallo Shakhtar

Solomon, ex attaccante Shakhtar
Solomon, ex attaccante Shakhtar (LaPresse)

Durante la diretta su Twitch a TVPlay, Carlo Nicolini – assistente del ds dello Shakhtar Donetsk – è intervenuto ai microfoni di Calciomercato.it per parlare del club e di alcuni suoi gioielli. Il vice di Srna può vantarsi del suo grande lavoro, anche perché fino a giugno il club ucraino non aveva mezza squadra: 14 brasiliani hanno abbandonato il Paese per scappare dalla guerra. Lo stesso De Zerbi, viste le condizioni, ha lasciato la società nonostante la qualificazione in Champions League.

Ma prima della guerra, la realtà dello Shakhtar era ben altra. E all’interno della rosa di De Zerbi c’era un calciatore che piaceva particolarmente a Cristiano Giuntoli. Si tratta di un attaccante, primo nella lista dei desideri. Altro che Kvaratskhelia: “Il Napoli deve ringraziarci – afferma ridendo Carlo Nicolini – Prima di prendere il georgiano volevano un nostro giocatore. Il club azzurro era interessato a Solomon, attaccante israeliano che avrebbe preso il posto di Insigne. La trattativa poi è saltata a causa della guerra e di altre vicende“.

Attualmente, il calciatore classe 1999 è in prestito al Fulham ma si è infortunato gravemente dopo la sua prima presenza con il nuovo club. Insomma, è andata più che bene al Napoli.

Nicolini: “Mudryk vale oltre 100 milioni”

Mudryk, attaccante dello Shakhtar seguito in tutta Europa
Mudryk, attaccante dello Shakhtar seguito in tutta Europa (LaPresse)

Durante la trasmissione, Nicolini ha smentito qualsiasi altro interesse del Napoli per altri giocatori dello Shakhtar. Almeno al momento non ci sarebbero trattative o sondaggi in corso con il club ucraino.

Ma i fari di mezza Europa sono puntati su Mykhaylo Mudryk, classe 2001 e ala sinistra che sta facendo molto bene in campionato e Champions League: “Non accettiamo offerte di 40 o 50 milioni – afferma con fermezza il dirigente dello Shakhtar – A queste cifre non chiamiamo neanche il presidente. Per noi Mudryk ha un valore simile a quello di Antony del Manchester United: più di 100 milioni di euro“. Nicolini spara alto: “Insieme a Mbappé, Leao e Vinicius, è il giocatore più forte in quel ruolo“.