Osimhen termina la stagione con la mascherina? Svelati tempi e novità

0
605

Victor Osimhen con la mascherina sul volto fino al termine della stagione? Arriva la confessione che spiazza i tifosi del Napoli

Victor Osimhen mascherina
Victor Osimhen (LaPresse)

Scalpita Victor. Sta bene e forse rimpiange di non esser andato in Coppa d’Africa per aiutare la Nigeria a vincere il titolo. Ma il Covid ha frenato l’attaccante del Napoli, costretto a rinunciare la chiamata del ct e aspettare di negativizzarsi per ritornare in Italia ed essere visitato dal medico che l’ha operato sul volto.

Da giorni Osimhen si allena in mascherina con il gruppo e insegue la maglia da titolare contro il Bologna (molto improbabile che ciò avvenga domani). Tuttavia, arriva una clamorosa novità in merito ai tempi dell’uso del dispositivo di protezione che utilizza il centravanti azzurro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bologna-Napoli, Spalletti e Mertens rincorrono i record

Osimhen, quando potrà togliere la mascherina: le parole del medico

Victor Osimhen, attaccante del Napoli
Victor Osimhen, attaccante del Napoli (LaPresse)

L’uomo mascherato, ma non per molto. Victor dovrà indossare il supporto sul volto per qualche altro mese, poi potrà gettarlo o conservarlo come ricordo. Infatti, stando a quanto dichiarato dal medico che ha operato il calciatore, Osimhen non indosserà la mascherina fino al termine della stagione ma potrà presto toglierla.

Alla Gazzetta dello Sport il chirurgo Gianpaolo Tartaro ha rilasciato un’intervista nella quale si è soffermato sui tempi e l’uso di questo dispositivo: “Le fratture sul volto sono guarite dal punto di vista medico, ma è più debole di qualsiasi altro atleta che non abbia avuto problemi. Per questo sarà indispensabile che Osimhen porti la mascherina fino alla fine di marzo – poi la novità – Tra un paio di settimane, dopo che l’ha testata già sul campo, realizzeremo una nuova mascherina più leggera“.

Il professore che ha operato il calciatore del Napoli si è soffermato anche sulle condizioni fisiche del nigeriano: “Da un punto di vista tecnico è guarito, ma deve riacquistare i movimenti e il ritmo partita che gli manca da quasi due mesi – poi sottolinea – Dal punto di vista psicologico non credo che Victor abbia paura di scontri fisici“.