Telenovela Raspadori, Carnevali cambia le condizioni? Il motivo della frenata

0
550

L’operazione doveva chiudersi entro la settimana della prima giornata di Serie A, ma l’affare Raspadori-Napoli diventa una telenovela: il motivo.

La trattativa Raspadori-Napoli assume sempre più connotati da telenovela. Da giorni il club azzurro tratta con il Sassuolo. Anche la Juventus ha provato a capire quali possibilità ci fossero per acquistare il giocatore, fino a rinunciarci.

Giacomo Raspadori
Giacomo Raspadori (LaPresse)

Non è facile trattare con la società emiliana, che vende a caro prezzo i giocatori in vetrina. I bianconeri, infatti, si sono defilati ormai e hanno puntato le proprie risorse economiche su altri obiettivi. Il Napoli, invece, vuole assolutamente andare fino in fondo a questa operazione e riuscire a chiuderla, possibilmente prima dell’inizio di campionato.

Il Sassuolo aveva fissato a questo weekend la data limite per la trattativa, ma i giorni passano e non è arrivata alcuna fumata bianca. De Laurentiis ha offerto sul piatto 25 milioni più 5 di bonus, secondo quanto riportato da Sky Sport, ma dall’altra parte non è arrivata alcuna risposta. Tutto tace. E i tempi si possono allungare inaspettatamente.

Raspadori al Napoli, cosa manca

Il dirigente del Sassuolo Giovanni Carnevali e Giacomo Raspadori
Il dirigente del Sassuolo Giovanni Carnevali e Giacomo Raspadori (LaPresse)

Ogni giorno che passa, il Napoli sembra sempre più vicino all’attaccante, eppure l’operazione non si è ancora conclusa. L’accordo con il giocatore c’è. De Laurentiis ha ormai pronto il contratto da cinque anni, con un importante stipendio da 2,5 milioni di euro a stagione. D’altronde, non si diventa campioni d’Europa per caso. Raspadori spinge per indossare la maglia azzurra, ma il Sassuolo non molla la presa e non sembra convinto dell’ultima offerta del Napoli.

Nel frattempo, la società ha acquistato il nuovo centravanti: Andrea Pinamonti sarà il titolare della squadra di Dionisi. Eppure, questo colpo potrebbe rallentare improvvisamente la trattativa con i partenopei. Infatti, seppur vero che il Sassuolo abbia intenzione di chiudere l’affare entro il 13 agosto, Carnevali non vuole svendere il calciatore, che resta di proprietà degli emiliani e potrebbe benissimo giocare nel tridente con Pinamonti e Berardi. Insomma, il Napoli deve accontentare le richieste dei neroverdi: 35 milioni di base fissa più almeno altri cinque di bonus. D’altra parte, De Laurentiis non vuole arrivare a 40 milioni complessivi, ma potrebbe essere pronto ad offrire fino a 35 milioni di euro, compresi di bonus.

Ecco allora che secondo Sky Sport potrebbe realizzarsi uno scenario inaspettato nei prossimi giorni. E come una vera telenovela sudamericana i tempi possono allungarsi.

Napoli-Monza, Raspadori punta all’esordio al Maradona

Raspadori al Napoli, i tempi si allungano
Raspadori al Napoli, i tempi si allungano (LaPresse)

Nella giornata del 10 agosto non ci sono stati contatti diretti tra le due società. L’affare è in fase di stallo e nelle prossime ore può sbloccarsi, ma resta difficile che si possa chiudere prima dell’inizio del nuovo campionato.

Dunque, potrebbe slittare tutto alla prossima settimana, a pochi giorni dal debutto stagionale al Maradona. Ormai le speranze di vedere all’opera il giovane attaccante della Nazionale per la trasferta di Verona è più che remota. Ecco allora che Raspadori potrebbe proiettarsi già a Napoli-Monza, in programma il 21 agosto alle 18.30. Riusciranno il club azzurro e quello neroverde ad accontentare il ragazzo? Per porre fine a questa storia serve che le due società trovino un punto d’incontro il prima possibile.