Kim Min-Jae ha sorpreso tutti, anche Spalletti: “Al suo arrivo era preoccupato”

Ha sorpreso tutti da quando è arrivato in Italia, ora è titolare inamovibile: il curioso retroscena di Kim Min-Jae con Spalletti. 

In pochissimi mesi dallo sbarco a Napoli Kim Min-Jae ha conquistato la fiducia dello spogliatoio e soprattutto della gente. Arrivato per sostituire Koulibaly, il difensore sudcoreano si è rimboccato le maniche e ha mostrato a tutto di che pasta è fatto.

Kim Min Jae, difensore titolare del Napoli
Kim Min Jae, difensore titolare del Napoli (LaPresse)

Il risultato? Alla presentazione con la squadra ha cantato e ballato il tormentone radiofonico di PSG “Gangnam Style”, diventando subito idolo della tifoseria azzurra, che però mostrava ancora scetticismo sulle sue qualità. Sono bastate poche partite per capire che Kim Min-Jae è davvero un fenomeno in difesa.

Il suo intervento allo scadere in Milan-Napoli è diventato addirittura un murales ai Quartieri Spagnoli. Insomma, raramente si è visto così tanto affetto per un giocatore che in pochi conoscevano per davvero. Un discorso molto simile può essere fatto per Kvaratskhelia. E pensare che Kim Min-Jae, arrivato a Napoli, era tremendamente preoccupato del suo ruolo.

Kim Min-Jae era preoccupato: cos’ha pensato prima di Napoli-Ajax

Kim Min-Jae e la preoccupazione sul suo ruolo
Kim Min-Jae e la preoccupazione sul suo ruolo (LaPresse)

Una volta accettato il contratto con il club azzurro, l’ex Fenerbahce si è dovuto adattare sul centro sinistra, ruolo solitamente occupato da Koulibaly. Affianco a Rrahmani le sue prestazioni sono cresciuti a vista d’occhio, tant’è che il Napoli ha dimostrato di avere una coppia di centrali molto solida, nonostante i pochissimi mesi di gioco assieme. Si è creata una certa alchimia sull’asse Corea del Sud-Kosovo.

Tuttavia, Kim Min-Jae mostrava titubanza quando Spalletti gli ha chiesto di giocare sulla sinistra: “Mi disse che era abituato a destra, il sinistro non è il suo piede – ha confessato Spalletti ridendo in conferenza stampa alla vigilia di Napoli-Bologna – Quando gli ho detto contro l’Ajax che avrebbe giocato a destra ha detto “finalmente!” e ha tirato un sospiro di sollievo“.

Chi giocherà al fianco di Kim in Napoli-Bologna

Ostigard, difensore del Napoli
Ostigard, difensore del Napoli (LaPresse)

Vista l’assenza di Rrahmani per infortunio, tutta Napoli si interroga: chi giocherà al posto del centrale kosovaro? Ebbene, le opzioni a Spalletti non mancano. Contro la Cremonese ha utilizzato negli ultimi dieci minuti Ostigard, per avere un difensore roccioso che contrastasse gli attaccanti avversari e per spazzare di testa i traversoni provenienti sulla fascia. Contro l’Ajax il mister ha optato per Juan Jesus, più veloce e più esperto del compagno norvegese.

Ostigard è uno dei difensori più bravi sui colpi di testa che io abbia mai allenato, ma non potevo metterlo contro gli olandesi perché avevano un attaccante piccolino e Juan Jesus ha una velocità importante” ha svelato Spalletti. Poi il tecnico ha proseguito l’analisi: “Tutto dipende dalla partita, sono entrambi difensori affidabili”. Considerando l’assenza di Arnautovic nelle fila del Bologna è possibile che il tecnico possa puntare ancora una volta su Juan Jesus.