Legia Varsavia-Napoli, i convocati di Spalletti: ritorno dopo un mese

0
448

Sono 18 i convocati di Luciano Spalletti per Legia Varsavia-Napoli: c’è anche un gradito ritorno dopo un mese di assenza.

Ounas convocati Napoli
Ounas torna tra i convocati del Napoli (LaPresse)

All’apparenza non sembra possedere i connotati della classica partita dell’anno, ma Legia Varsavia-Napoli è più cruciale di quanto si possa credere: con un successo gli azzurri volerebbero al primo posto del Gruppo C di Europa League e scavalcherebbero proprio i polacchi, già battuti con un sonoro 3-0 al ‘Maradona’ due settimane fa. Spalletti arriva a questo appuntamento con i ranghi tutt’altro che completi: sono soltanto 18 i giocatori convocati e, tra questi, figura anche Adam Ounas.

L’algerino si rivede finalmente tra i calciatori a disposizione del mister di Certaldo dopo un mese trascorso a recuperare dalla distrazione di primo grado al retto femorale destro, e si candida così a rivestire il ruolo di opzione offensiva a gara in corso. L’ex Crotone si era fermato in seguito ad un risentimento accusato al termine dell’allenamento del 2 ottobre, prima di venire a conoscenza della reale – e più grave – entità del problema fisico. Ecco l’elenco completo dei convocati per la trasferta in Polonia:

Portieri: Idasiak, Meret, Ospina;

Difensori: Di Lorenzo, Juan Jesus, Koulibaly, Rrahmani, Zanoli;

Centrocampisti: Anguissa, Demme, Elmas, Lobotka, Zielinski;

Attaccanti: Lozano, Mertens, Ounas, Petagna, Politano.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Maradona, dalle auto agli appartamenti: perché i figli vendono tutto all’asta

I convocati di Legia Varsavia-Napoli: tante assenze per Spalletti

Lorenzo Insigne
Lorenzo Insigne (LaPresse)

Nella lista dei convocati spiccano le assenze eccellenti dell’ultim’ora di Insigne e Fabian Ruiz, entrambi ai box ed esentati dal viaggio in Polonia per recuperare in vista di Napoli-Verona di domenica. Scontata l’indisponibilità di Osimhen, così come quella di Malcuit e Manolas che dovrebbero tornare ad allenarsi in gruppo attorno a metà novembre, con conseguente rientro in campo subito dopo la sosta. Assente anche Mario Rui, costretto a scontare l’ultima delle due giornate di squalifica rimediate dopo l’espulsione in Napoli-Spartak Mosca.