De Laurentiis “ruba” un talento al Napoli: la decisione è inaspettata

0
550

La mossa di De Laurentiis apre nuovi scenari: niente Napoli per il giovane talento, la decisione della società è inaspettata.

Manca ormai pochissimo all’inizio di un nuovo campionato. Il Napoli deve affrontare l’Hellas Verona alla prima uscita stagionale, in programma il 15 agosto. Sarà un match particolare per gli azzurri, poiché la squadra si presenterà al Bentegodi priva di tanti volti che negli anni hanno caratterizzato il gruppo.

Luciano Spalletti, mister del Napoli
Luciano Spalletti, talento scippato da De Laurentiis (laPresse)

I tifosi dovranno abituarsi ai nuovi innesti, come Kim Min-Jae al posto di Koulibaly, Kvaratskhelia al posto di Insigne e altri che si giocheranno il posto come Olivera o Ostigard. Per non parlare di quelli che arriveranno, come sottolineato da mister Spalletti al termine dell’ultima sfida pre-stagionale. Insomma, la rivoluzione è appena iniziata e Aurelio De Laurentiis vuole puntare sui giovani, sui calciatori che nel presente e nel futuro possono portare benefici e trofei alla società.

Nel frattempo, la famiglia De Laurentiis pensa ad un colpo: chi sarà il talento del Napoli coinvolto nell’affare.

Napoli, via al prestito per la Serie B

Aurelio De Laurentiis e i suoi figli
La famiglia De Laurentiis: a sinistra Edoardo, al centro Aurelio e a destra Luigi (LaPresse)

Come già successo per Michael Folorunsho, il quale ha svolto l’intero ritiro di Dimaro con gli azzurri, il Bari potrebbe pescare un altro calciatore dal Napoli. Il club pugliese, di proprietà della famiglia De Laurentiis, vorrebbe rinforzare il reparto offensivo per disputare la Serie B e puntare ai playoff.

Le ambizioni del Bari sono altissime. ADL ed il figlio sognano un derby in famiglia in campionato, anche se le regole attualmente lo impediscono. Intanto, Luigi De Laurentiis e lo staff tecnico dei biancorossi stanno valutando l’ipotesi di strappare a Spalletti un giovane attaccante, che potrebbe fare comodo in Serie B.

Si tratta proprio di Giuseppe Ambrosino, che ha svolto i due ritiri a Dimaro e Castel di Sangro sotto l’occhio attento dell’allenatore di Certaldo. Spalletti l’ha utilizzato in diverse occasioni, Ambrosino è riuscito anche a segnare un gol nella prima amichevole, dopo aver fallito un rigore sul finale. E’ stata un’esperienza formativa per l’attaccante nato a Procida e cresciuto nel vivaio azzurro.

Ambrosino in prestito, ma non è il solo

Giuseppe Ambrosino
Giuseppe Ambrosino (LaPresse)

Chiaramente, il trasferimento di Ambrosino al Bari sarà sotto la formula del prestito. Il club azzurro non può perdere un gioiellino di questo calibro, capace di diventare protagonista del campionato Primavera, pur facendo parte di una squadra che non lottava per posizione di alta classifica. La Serie B potrebbe essere una competizione all’altezza del classe 2003, che ha bisogno certamente di minutaggio e fiducia.

Dall’attuale rosa azzurra partirà anche Zerbin. L’ala sinistra, dopo aver disputato per intero il ritiro come Ambrosino, lascerà il Napoli e andrà in prestito altrove. Tuttavia, il club vorrebbe blindarlo e sottoporlo ad un rinnovo del contratto. Ancora da capire, invece, il futuro di Gaetano. Il ragazzo vuole giocare, la Cremonese è alla finestra, ma Spalletti ha già dimostrato di apprezzare il centrocampista di Cimitile. E a maggior ragione se dovesse partire Fabian, le cose per Gaetano potrebbero cambiare.